Furti e vacanze: il mese di agosto è il più critico. I consigli di Axitea

Alcuni semplici accorgimenti dal Global Security Provider italiano per una estate più sicura. Il ruolo dei sensori per l’illuminazione, della videosorveglianza, dei sistemi di sicurezza passiva ma anche di allarmi e vigilanza

L’estate rappresenta per molti il momento di staccare la spina, mettere da parte le (pre)occupazioni quotidiane e dedicarsi solamente a se stessi, spesso spostandosi anche fisicamente dal proprio luogo di residenza abituale. In Italia, il grosso degli spostamenti si concentra tradizionalmente nel mese di agosto: secondo Federalberghi saranno almeno 18 milioni le persone che si metteranno in movimento nel corso del mese per raggiungere i luoghi di vacanza. Questo spostamento in massa porta con sé anche un triste rovescio della medaglia, con il mese di agosto – assieme a quello di luglio – in cima alle statistiche relative ai furti in casa.

Una villa, un appartamento o un’azienda incustoditi, d’altra parte, rappresentano una forte tentazione per i ladri, che spesso possono operare ancor meno disturbati quando anche i vicini sono meno presenti, perché anch’essi in vacanza.

Axitea, primo Global Security Provider italiano, indica una serie di facili accorgimenti che possono rendere l’estate un poco più sicura per ognuno di noi.

Prima delle vacanze cosa fare e perché

  • Mantenere un’adeguata illuminazione degli accessi esterni e degli ingressi. La luce scoraggia i malviventi, che correrebbero comunque il rischio di essere scoperti. È possibile installare sensori fotosensibili, per attivare l’illuminazione al calare della luce del giorno.
  • Accordarsi con vicini e parenti per un monitoraggio remoto della casa, che può ovviamente essere ricambiato in ogni momento. Se un malintenzionato tiene d’occhio la casa, il fatto di vedere movimenti, magari anche a cadenze non regolari, può scoraggiarlo.
  • Chiedere ai vicini o ai parenti anche di ritirare periodicamente le giacenze di posta dalla cassetta. Se la cassetta della posta si riempie, è facile immaginare che la casa sia vuota.
  • Dotarsi di strumenti di sicurezza passiva che possano scoraggiare i potenziali ladri, come porte blindate o inferriate. Anche le telecamere dei sistemi di videosorveglianza hanno un forte potere dissuasivo.
  • Se si installa davvero un impianto di videosorveglianza, sceglierne uno con il controllo remoto. Vi darà la possibilità di monitorare la casa in tempo reale, pensando ai furti ma anche a eventuali problemi di sicurezza di altro genere, come allagamenti, guasti elettrici, ecc…
  • Usare con intelligenza i social network. Una foto postata dal mare, con indicazioni precise del posto in cui ci si trova, e magari anche della data di rientro pianificato, rappresenta una sorta di via libera per un possibile intruso
  • Attivare un servizio di vigilanza privata con intervento su allarme, che assicuri un intervento sul posto da parte di una guardia giurata armata. Molti fornitori di questi servizi offrono pacchetti dedicati per coprire l’estate, proprio perché si tratta di una stagione particolarmente a rischio.

Il commento di Nico Paciello Marketing & Communication Manager di Axitea

«In estate le città tendono a svuotarsi, e questo rappresenta per molti malviventi un incentivo ad agire con maggiore comodità. Ognuno di noi però può adottare alcuni semplici accorgimenti per rendere la vita più difficile ai potenziali ladri, garantendosi che la tranquillità che si è meritata in un anno di lavoro non venga messa a rischio».